GESTIONE FISCALE
& AGIBILITA'

Il vantaggio di iscriversi in una cooperativa di spettacolo sta anche e soprattutto nella possibilità di poter svolgere la propria professione di musicista in regola.

Infatti, all’interno della cooperativa potrai lavorare sia in forma subordinata, che autonoma.

La cooperativa si occuperà degli adempimenti burocratico-amministrativi per tuo conto, dall’inquadramento lavorativo alla formalizzazione del rapporto di lavoro come “lavoratore subordinato”, ai versamenti previdenziali, assistenziali ed assicurativi.

Lavorando come dipendente avrai, inoltre, le stesse tutele di ogni altro lavoratore subordinato, quali ammortizzatori sociali (Naspi, cassa integrazione, maternità etc…) e, non per ultimo, il certificato di agibilità Ex-Enpals.

 

Il certificato di agibilità è l’autorizzazione dell’Enpals (ora INPS) ad effettuare uno spettacolo o una serie di spettacoli, da richiedere prima dell’evento e certifica il versamento dei contributi da parte del datore di lavoro all’artista, relativo al compenso per una prestazione artistica.

È il documento che autorizza l’impresa a far agire nei locali di proprietà, o di cui le stesse imprese abbiano un diritto personale di godimento, i lavoratori dello spettacolo artisti e tecnici, occupati nelle categorie da 1 a 14 dell'art. 3 del D.Lgs.C.P.S. n. 708/47 e s.m.i in relazione ad uno specifico evento (o ad una serie di eventi).

Si tratta altresì di un documento obbligatorio per i lavoratori autonomi e parasubordinati dello spettacolo, mentre per i subordinati intermittenti dello spettacolo, tale certificato può essere sostituito dal modello “UNI-INTERMITTENTE”.

 

Il certificato di agibilità può essere richiesto non solo dall’impresa che “ingaggia” il musicista, ma anche dallo stesso musicista autonomo (è il caso, ad esempio, di chi viene “ingaggiato” direttamente dal cliente, per suonare in un matrimonio, e non dal proprietario del locale). 

 

Questo certificato si può richiedere autonomamente sul sito dell’Inps, alla sezione Servizi Gestione Lavoratori Spettacolo e Sport (Ex-Enpals).

concerto-2.jpg

I soggetti esonerati dall’iscrizione all’Ex-Enpals sono:

  • Musicisti/cantanti che prestano la propria opera dal vivo, purchè i compensi lordi annui non superino 5.000 Euro e si tratti di minorenni, studenti sino ai 25 anni, pensionati over 65, o soggetti che versino già i contributi presso un diverso ente previdenziale (anche in taluni casi va richiesto il certificato di agibilità dichiarando il tipo di esenzione);

 

  • Gruppi dilettantistici o amatoriali che si esibiscono gratuitamente;

 

  • Partecipanti a saggi di fine corso studi di materie artistiche;

 

  • Partecipanti a manifestazioni socio educative di oratori, associazioni di volontariato e simili.

 

Musicista autonomo: iscrizione Ex-Enpals

I musicisti che, invece, prestano la propria attività in maniera non occasionale, devono obbligatoriamente, per quanto concerne gli obblighi previdenziali iscriversi alla gestione Ex-Enpals.

Per fare questo, dovranno prima munirsi di Pin/spid per accedere al portale Inps; potranno poi compilare in modalità telematica il modello d’iscrizione, accedendo tramite il percorso: ”Home, Servizi Online, Servizi Gestione Lavoratori Spettacolo E Sport (Ex Enpals)”.

 

Una volta completata la richiesta d’iscrizione, la Sede Inps- Ex Enpals rilascerà una matricola al lavoratore autonomo: la matricola è indispensabile per richiedere il certificato di agibilità per gli spettacoli, compilare la denuncia contributiva e versare, con modello F24, i contributi in maniera autonoma.

 

Versamento dei contributi

I contributi devono essere versati dal lavoratore autonomo entro il 16 del mese successivo, rispetto a quando riceve i compensi, compresa la quota a carico del committente, tramite modello F24.

 

Denuncia contributiva

Lo stesso lavoratore autonomo deve provvedere alla denuncia contributiva Inps Ex Enpals entro il 25 del mese successivo rispetto a quando ha ricevuto il compenso.

 

Qualora si è iscritti in ProArt, è la cooperativa che svolge questi adempimenti per conto dell’artista. E l’artista in questo modo potrà occuparsi solo di fare il suo lavoro: suonare!

 

Vuoi maggiori informazione su come regolarizzare la tua posizione lavorativa?